mi leggono

prima di scendere

a mare..
son giorni ..strani questi che mi trovo a vivere.. sono con i ragazzi, niente sveglia alle 5, pià tempo per tutto..eppure le giornate scivolano.
.mi trovo a lavorare al pc (contabilità soprattutto da ordinare e scaricare, ordini..e supporto almeno morale al marito al posto di combattimento)alcune ore la mattina.. uno sguardo alla posta (quante mail arretrate ho?) uno sguardo ai tempi dei compiti estivi della mostra e del mostrillo..ma senza ansia, sono dei ragazzi assennati, con un buon equilibrio di tempi.la mostrillina è in vacanza totale..quella particolare vacanza fra la quinta e la prima media..
poi un pò di mare (tutto il pomeriggio fino a sera)..poca gente, mare un pò mosso e rientri senza fretta, praticamente quando lo stabilimento declama che finisce l'assistenza in spiaggia..
metto poche crocette.
tempi morbidi, lasciano tempo per pensare.
però sono poco rilassata..il pensiero spesso rivolto al lavoro o alla famiglia. la mia d'origine ha vogliamo dire equilibri? particolari forse spezzati già da tempo ma non riconosciuti tenuti su da film autocostruiti o da quel che si vuole pensare di sè stessi.mia mamma non sta bene è ricoverata in ospedale. non riesco ad andare un pò da lei per miei problemi fisici..e questo mi fa incazzare.. perchè so di non dovermi giustificare ma ci sarà chi lo farà mi giudicherà come sempre ha fatto. ben comodi nei loro "ruoli". quasi quasi attendo con ansia settembre, il rientro a casa e i nostri normali ritmi di famiglia sola che conta solo su sè stessa.

4 commenti:

  1. Ciao, ho visto i tuoi lavori e mi piacciono proprio, io con il punto croce sono ferma da parecchio tempo... ho un lavoro lasciato a metà che devo assolutamente finire, ma ogni volta rimando.
    Mi spiace leggere in questo post che non è un periodo proprio ok per te. Spero che presto vada tutto bene. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Cara Ros soffermati sulla prima parte del tuo post, che comunica serenità, spensieratezza e tempi dilatati.
    Vietato pensare, troppo!
    Ricaricare bene le batterie, immagazzinare momenti ed immagini da tenere nel cuore e nella testa, per tirarle fuori in situazioni di bisogno.
    E dei giudizi altrui, anche se da persone molto vicine.... cappitto mi hai?
    Besitos e buon proseguimento di pigre giornate al mare.
    Susanna Cerere

    RispondiElimina
  3. Capisco perfettamente quello che vuoi dire....ci sono abituata vivendo in un ambiente, come il mio,che pullula di pregiudizi e di gente che non aspetta altro che criticarti e giudicarti male...perchè è sempre più facile parlare e pensare male,piuttosto che mettersi lì a pensare che forse ci sei tu che soffri perchè vorresti stare vicino alla tua mamma e non puoi!Ti abbraccio forte carissima e ti dico...."non ti curar di loro,ma guarda e passa"!

    RispondiElimina
  4. goditi il tempo libero con i figli e non pensar troppo , a tutto e tutti!
    pensa anche a te stessa!!
    un forte abbraccio e W LE VACANZE
    Rosa

    RispondiElimina

il tuo commento è molto gradito.. anzi di più